Pubblicato da: manola3 | 15 settembre 2007

Giochi scemi per bambini deficienti


 
Nocera Superiore (SA). Un’idea di intrattenimento che fa discutere a Nocera Superiore, quella di dare vita a un rodeo, in pieno centro cittadino. I cittadini mormorano insieme a qualche amministratore dall’animo animalista, mentre le associazioni di tutela degli animali presenti sul territorio si mobilitano.
Non piace l’idea che per puro divertimento un vitellino debba essere ripetutamente inseguito, atterrato e immobilizzato per le zampe tramite una corda da persone
non esperte di queste pratiche. Il coordinamento regionale dell’Ente protezione Animali, nucleo guardie zoofile, ha fatto richiesta ufficiale, a mezzo telegramma,
di sospensione della manifestazione con uso di animali, ipotizzando il reato di maltrattamento, ai sensi della legge 189/2004. La richiesta è pervenuta al
 comando di polizia municipale di Nocera Superiore, al primo cittadino, Gaetano Montalbano e alla stazione carabinieri di Nocera Superiore nella giornata di ieri, aprendo un vero e proprio caso. Da giorni, infatti, non si parla d’altro, così come
non sembrano arrestarsi le polemiche sulla scelta di una manifestazione del genere che gode, tra  gli altri, del patrocinio della Provincia di Salerno e del comune di Nocera Superiore. Chiunque ne faccia richiesta può essere ammesso a partecipare
alla gara di abilità che darà la possibilità di provare, per cinque minuti, a mettere a terra, immobilizzandolo per le zampe, un vitellino di circa 300 chili. Animale che oltre a essere preda per divertimento sarà anche il premio per il più abile a catturarlo. In questi termini la faccenda, oltre a non poter essere catalogata propriamente
come un rodeo, potrebbe non sembrare crudele, ma gli animalisti più attenti non hanno faticato molto a trovare un aspetto poco piacevole per la bestiola da catturare. La prima critica mossa è che, avvenendo in uno spazio pubblico normalmente
adibito a parcheggio, il primo problema è costituito proprio dal manto stradale. L’impatto con il suolo, asfaltato, per un vitello del peso di 300 chili provocherebbe all’animale sofferenze indicibili. Per attutire un tonfo simile occorrerebbero
almeno trentacinque centimetri di terreno sull’asfalto dell’arena Mazzini: una quantità di terriccio difficile da reperire. Altrove, in Italia, a Voghera per la precisione, questo sport è praticato in maniera professionale e viene disputato
anche un torneo nazionale, ma viene praticata solo la cavalcatura di animali non addomesticati e non la cattura. Inoltre, quanti partecipano a questo tornei ufficiali, sono degli atleti appositamente preparati, alla maniera dei cow boys americani o
dei butteri nostrani, non sono improvvisatori o avventurieri.

 

Ma è mai possibile che per divertirsi bisogna per forza di cose servirsi di animali ??????

 

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: