Pubblicato da: manola3 | 5 settembre 2008

Troppi cuccioli arrivano malati


 
Giusto il risarcimento, stop agli allevamenti fai da te. La presa di posizione è del veterinario Luca Funes, segretario dell’ordine dei medici veterinari della provincia di Belluno, che da anni si batte per una stretta su quello che è diventato un mercato dove troppi furbi cercano di arricchirsi alle spalle di poveri animali e sprovveduti acquirenti. L’intervento segue al nostro servizio di ieri dove è stato documentato il caso di una donna feltrina che grazie all’Adiconsum ha ottenuto grazie alla sentenza del giudice di pace di Feltre un risarcimento da un allevamento di Seren del Grappa per un labrador venduto malato e in seguito soppresso proprio a causa della malattia. Ho appreso con piacere, afferma Luca Funes, della notizia che un allevamento ha dovuto risarcire l’acquirente di un cane risultato malato. La categoria dei veterinari diffida i clienti dall’acquisto di cani da allevamenti fai da te o da persone poco fidate che vendono animali esclusivamente a scopo di lucro. Funes spiega che è necessario affidarsi a canali ufficiali e sicuri. L’Enci (ente nazionale cinofilia italiana) oramai obbliga i propri allevatori associati addirittura al Dna dei propri riproduttori con radiografie al gomito e all’anca dei genitori, così da venedere cuccioli esenti da malattie congenite debilitanti e gravi. I furbi ci sono ovunque e nel mondo della cinofilia ancora di più. Per questo auspico maggiori controlli da parte dell’Usl e delle forze dell’ordine negli allevamenti, nonchi risarcimenti se gli animali vengono venduti malati.  Il veterinario può portare la testimonianza propria e di molti colleghi. Troppo spesso arrivano in ambulatorio cuccioli malati, mal vaccinati, non sverminati, e che spesso affrontano viaggi allucinanti dal paesi dell’est, comprati a prezzi bassissimi e rivenduti con pedigree spesso taroccati a 2, 4000 mila euro. Questi sono gli acquisti più errati che si possono fare. Si stimola questo mercato di clandestini e si importano soggetti non controllati dal punto di vista sanitario che spesso muoiono dopo pochi giorni di gastro enterite, parvovirus ed altro. Consiglio ai naviganti. Non comprate animali se non in allevamenti selezionati, afferma Luca Funes, non sono giocattoli o peluches. E soprattutto non incentivate un mercato clandestino e a nero fatto da persone prive d’amore per gli animali. Spesso si crede di acquistare un bel cane, ma in realtà si scopre che l’animale ha difetti morfologici e genetici non conformi allo standard di razza. Infine un appello. La qualità costa anche nell’acquisto di un cane, ma la migliore soddisfazione sarebbe prendere un cane abbandonato al canile e portarlo tra le mura domestiche. Questo, conclude il veterinario Funes, vi dà amore e gioia più di qualsiasi altra cosa.
Annunci

Responses

  1. Funes ha perfettamente ragione, eccome ! E poi quando perdi ki ami, non c\’è risarcimento ke tenga ! 6 passata da me a ritirare le tue catene ?! T\’aspetto…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: