Pubblicato da: manola3 | 17 settembre 2008

Quello che sono


 
 

                 Per lunghi anni ho soffocato il mio spirito incatenandolo a identità che non mi appartenevano

                                       per compiacere gli altri, perché così si aspettavano che io fossi.

                     Ho sofferto per il dolore di dover rappresentare una me stessa che non riconoscevo

                                              e che la mia stessa anima rifiutava a priori.

               Io sono uno spirito libero che ama correre a piedi nudi sulla neve, ascoltando la voce degli alberi

            e di madre natura che piange per i suoi figli distrutti dalla mano dannata dell’uomo moderno.

                 Un uomo che ha profondamente cambiato il corso del tempo ad uso e consumo proprio,

                     ha avvelenato il naturale flusso delle stagioni e destinato all’estinzione migliaia di animali.

                 Un uomo che ha tradito il suo essere in nome di una illusoria padronanza del mondo, come se Dio

                         gli avesse concesso il dominio sulle sue creature, anime pure senza peccato.

                 Un uomo che ha saputo distruggere la stessa terra dove egli cammina, bruciando ogni forma di vita

                                                       che vola, che nuota, che striscia.

                                                  Io sono il lupo, ferito ma mai sconfitto.

 

                                                               A tutti, buon Mercoledì

 

 

                                                                            

 

 

                                                   


Responses

  1. ke belle parole
    un pò mi appartengono…….

  2. Non capisco come mai l\’intervento sia uscito in questo modo …… scusatemi ……… ci studierò sopra🙂

  3. oh ma io so perché ti è ucito così, perché sei una persona oltre modo sensibile e non puoi farci nulla. e per fortuna. mia carissima, fossero tutti come te, tutti pronti a lottare con le unghie e con i denti per una giusta causa, pronti a dedicare le proprie forze ed il proprio tempo senz ricavarne personalmente nulla ma solo per il dovere morale di farlo, capaci di rialzarsi infinite volte e continuare a gridare per chi non ha voce.
    oh.. io spero di sentire ancora parole del genere, semre di più, sempre più intense. perché questo serve al mondo: un coro unito, a miliardi di voci, ch intona parole di tale levatura morale.
    buona giornata mia dolcissima


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: