Pubblicato da: manola3 | 7 maggio 2010

Aura


Aura non c’è più…
Si è spenta il 5 Maggio dopo giorni
di agonia,durante i quali ,scrivono, è stata curata e amata e  ha anche
scodinzolato.
Era stata ritrovata due giorni dopo arsa viva …..

La cagnolina Aura orribilmente ustionata per il terribile gioco di alcuni ragazzi.
E’ stata soccorsa dopo l’allarme lanciato e curata amorevolmente da un veterinario e volontari. Dura condanna da parte dell’amministrazione.

Trepuzzi (LE) – Stupido cucciolo.
Quando li ha visti arrivare si sarà messo prima a scodinzolare e poi anche a
pancia all’aria, tutto contento. Magari si aspettava anche delle carezze da
quelle mani, perchè – c’è poco da fare – i cani sono così, soprattutto se sono
dei cuccioli di appena otto mesi, si fidano. Lo fanno senza motivo. Forse perchè
non si aspettano che, senza motivo, qualcuno possa fare loro del male. Che
qualcuno ad esempio, possa prendere una bottiglia di benzina o di alcool e
buttargliela addosso. E poi dargli fuoco. Già dargli fuoco. Questo è successo a
questa cagnetta, Aura. E le fiamme hanno impiegato pochi istanti a consumare il
corpo di questo esserino che non pesa nemmeno quattro chili. I fatti. Martedì
mattina un ragazzo che saltuariamente si reca al canile di Trepuzzi ha segnalato
ad una collaboratrice dell’associazione che gestisce la struttura la presenza di
un cane forse malato, in via Calvario. Veramente a lui alcuni bambini del posto,
avevano detto che il cane era stato bruciato domenica da un gruppo di ragazzini.
Ma non aveva dato molto credito ai piccoli testimoni. non si può credere a una
cosa del genere.  Comunque una volontaria del canile si è subito recata sul
posto e ha trovato in un’aiuola una cagnetta di piccolissima taglia in stato
pre-comatoso. Sono stati allertati i vigili e la cagnetta, in evidente pericolo
di vita, è stata trasportata presso il canile di Trepuzzi, dove il servizio
veterinario ha riscontrato la presenza di profondissime ustioni sul corpo
dell’animale.Profonde bruciature erano anche attorno agli occhi e sul muso:
segno evidente che Aura dopo essere stata incendiata, aveva cercato
disperatamente di spegnere il fuoco che l’avvolgeva leccandosi e provocandosi
altre ustioni che l’hanno sicuramente resa cieca. Viste le gravissime condizioni
il cane è stato preso in custodia temporanea da un’operatrice dell’associazione
che sta cercando di praticargli, sulla base delle preziose indicazioni del
dottore Rodolfo Ippoliti del servizio veterinario, tutte le cure possibili per
cercare di strapparla ad una morte atroce. Le ferite da ustione  bruciano da
morire. La bestiola è stata adagiata in un trasportino munito di zanzariera, al
fine di evitare il contatto con gli insetti che potrebbero infettare ancora di
più le ferite. Ed è incredibile che ferite così profonde che farebbero impazzire
di dolore qualsiasi essere umano, siano sopportate da Aura senza alcun lamento
con una dignità che solo il genere animale ci insegna. – Nonostante abbiamo
visto di tutto – dice l’avvocato Floriana Catanzaro componente della Commissione
regionale randagismo e vicepresidente dell’Associazione Nuova Lara – non ci
abitueremo mai a gesti così ripugnanti nei confronti di esseri così deboli, si
che si tratti di un bambino, di un anziano o di un animale. Gesti che rivelano
al di là della configurazione di reato, un profondo disagio e una carica
antisociale da parte di chiunque siano stati commessi. L’ipotesi che possano
essere stati dei bambini appare ancora più inquietante. Noi invitiamo il sindaco
di Trepuzzi, che si è sempre distinto per la sua profonda sensibilità e tutti i
sindaci in generale a predisporre programmi educativi finalizzati a instaurare
un corretto rapporto tra uomo e animale, affinchè questi episodi gravissimi non
abbiano più a ripetersi. E invitiamo anche tutti i genitori a dialogare con i
propri figli, facendo loro comprendere che gli animali come gli stessi bambini e
gli anziani, sono categorie deboli da difendere e rispettare e non da
torturare.

Accendete con me una candela per lei ed esprimetele il vs pensiero: troverete la mia candela cercando le mie iniziali: O.B.


Responses

  1. Ciao Manola,che terribile storia leggo qui e purtroppo non è la prima ho letto di altri cani arsi vivi da ragazzini che cercano divertimento in un modo così tetro. Non trovo altre parole per commentare una cosa così disgustosa, riesco solo a pensare che Aura è morta potendo sapere che qualcuno ha condannato quei mascalzoni avendo un gesto di pietà per lei e aiutandola fino alla fine.Buon fine settimana cara M.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: